Politica - Airola. Firmato l’accordo di programma per il completamento del 4° e 5° lotto della Fondovalle Isclero

Foto Airola

Altri 3,5 milioni di Euro per la Fondovalle Isclero e sostanziali miglioramenti nel progetto in corso di realizzazione. E’ il succo di un Accordo di Programma siglato stasera in Napoli, presso la Giunta regionale della Campania, per completare il 4° e 5° lotto della strada a scorrimento veloce Fondo Valle Isclero, finanziato dalla Legge Quadro con complessivi 65 milioni di Euro, di cui 3,5 messi a disposizione dalla Regione.

Hanno firmato il documento gli assessori regionale e provinciale alle infrastrutture Ennio Cascetta e Pasquale Grimaldi e i sindaci di Sant’Agata de’ Goti e Valle di Maddaloni per il 5° lotto e quelli di Sant’Agata de’ Goti, Bucciano, Moiano ed Airola per il 4°. L’atto, sostanzialmente, approva una revisione ed un miglioramento degli originari progetti predisposti a suo tempo dalla Provincia e già in corso di realizzazione sempre a cura della Provincia: i nuovi elaborati introducono opere d’arte migliorative per la sicurezza della circolazione su questa strada a scorrimento veloce che mette in collegamento ed in rete i territori di ben tre Province (Avellino, Benevento, Caserta). Infatti, i due lotti, entrambi con capolinea in Sant’Agata de’ Goti, in frazione Cantinelle, conducono entrambi sulla Statale 7 Appia, ma l’uno, di circa 5 chilometri, entra in Terra di Lavoro fino a Valle di Maddaloni; l’altro, di circa 11,5 chilometri si ferma in Airola all’altezza dell’asse attrezzato che dalla Valle Caudina sannita porta sino a Pianodardine nei pressi del capoluogo irpino Avellino.

Con il nuovo progetto, sollecitato peraltro dagli stessi Comuni attraversati dall’arteria e recepito dalla Provincia che si è resa promotrice dell’Accordo con la Regione, verranno aboliti gli attraversamenti a raso con la viabilità secondaria e provinciale che la Fondo Valle Isclero incrocia sul suo cammino mediante la realizzazione di svincoli per ottimizzare le deviazioni dei flussi di traffico. L’Accordo consentirà, inoltre, di dare il via libera ad ulteriori risorse finanziarie rispetto a quelle originarie: infatti, la Regione ha messo a disposizione appunto i 3,5 di Euro di cui si diceva innanzi, i quali, unitamente ad altri 2,5 milioni di Euro reperiti dalla Provincia grazie ad economie di gestione sul primitivo progetto originario, consentiranno di realizzare un viadotto nei pressi dell’abitato di Airola che innesta la costruenda Fondo Valle Isclero sull’asse attrezzato per Pianodardine. Ciò, evidentemente consentirà una immissione dei flussi di traffico diretta e sicura, senza dunque attraversamenti a raso pericolosi su una arteria molto trafficata e stretta quale la tristemente nota Statale 7 Appia, in una zona, poi, dove si immette già una notevole mole di traffico locale.

Il presidente della Provincia on.le Carmine Nardone, nel ricordare che nello scorso mese di novembre l’assessore Cascetta effettuò un sopralluogo proprio sul cantiere della Fondo Valle Isclero, a testimonianza dell’attenzione sua per il miglioramento delle infrastrutture nel Sannio, ha dato atto alla Regione ed al Governo del lavoro svolto per il superamento delle condizioni di isolamento della vallata caudina. Egli infine ha voluto sottolineare la qualità del lavoro di progettazione posto in essere dai tecnici della Provincia con il conforto di quelli della Regione e dello stesso Ministero alle Infrastrutture. L’assessore Grimaldi, dal canto suo, ha voluto esprimere la piena condivisione sua personale alle parole del presidente.

Fonte: Retesei

mercoledì 22 febbraio 2006. Letture: 4056.


Forse ti possono interessare anche queste notizie