Politica - Cervinara. Alloggi Iacp, il sindaco: “Siamo noi le vere vittime”

Foto Cervinara

Intervista di Valerio Criscuoli al sindaco di Cervinara Avv. Franco Cioffi
Dopo le pesanti accuse che ieri il presidente di Forza Italia ha lanciato contro l’attuale amministrazione comunale, il sindaco Franco Cioffi rilascia alcune dichiarazioni in un’intervista.

Sindaco Cioffi, come risponde all’opposizione?
“Innanzitutto credo che Pasquale Lombardi non sia più presidente di Forza Italia, penso che ci sia stato un provvedimento di espulsione dal suo partito e credo che per lui sia una vergogna, all’apice della sua carriera politica, essere espulso dalla locale sezione. Quindi già si può capire da chi viene una predica di questa natura, in riferimento alla peggiore amministrazione comunale della storia cervinarese. Noi il nostro tempo lo stiamo spendendo per mettere Cervinara al passo con i tempi. Tutti i progetti che stiamo portando avanti sono funzionali allo sviluppo della nostra comunità, affinché ci sia una vivibilità minima di base.”

In che modo?
“Proprio in questi giorni partirà una gara d’appalto per l’impianto fognario. Diverse abitazioni sono sorte in siti dove però mancano queste strutture per l’urbanizzazione primaria. Questo era un progetto da sei miliardi e ottocento milioni delle vecchie lire, che io ed i miei collaboratori abbiamo ritenuto finalizzato esclusivamente per le fognature. Abbiamo totalmente sostituito l’impianto di pubblica illuminazione che prima versava in condizioni precarie. Oggi, con l’ultimo intervento che partirà appena dopo le feste, è stata espletata la gara d’appalto. Saranno così sostituiti al 95% tutti gli impianti di pubblica illuminazione.”

Il polverone alzato da Striscia la Notizia, in ambito nazionale, sul problema IACP, ha creato ripercussioni in ambito locale?
– “E’ una cosa sollecitata dall’ambito locale. Alcuni cittadini di Cervinara, per politica o perché sono stati trombati nelle ultime elezioni o per altri motivi, per i quali farebbero bene a restare in casa e a non mettere il naso fuori dall’uscio, si fanno promotori d’iniziative che portano un danno all’intera comunità. Sono solo azioni fine a se stesse. Oltretutto, Lombardi non sa che quei cittadini sono in attesa di entrare in case già realizzate, cioè i contributi li abbiamo già ottenuti. Sono molto amareggiato dal modo in cui Striscia la Notizia ha affrontato l’argomento, distorcendo la realtà e dando un’immagine estremamente negativa e falsata di Cervinara.”

Che cosa intende fare allora?
“Ho già chiesto alla redazione di Canale 5 di poter avere la possibilità di replicare, in ambito nazionale, al servizio mandato in onda. Perché loro fanno satira, ma l’informazione di base non deve essere falsata. Proprio per questo volevo evitare la seconda intervista. Volevo prima chiarire con gli inviati la situazione relativa al primo che fecero su Cervinara e poi rilasciare nuove dichiarazioni. Inoltre, mi chiesero i tempi dei lavori, ma è una questione che non dipende da me, infatti, spero che i lavori possano finire entro i tempi prestabiliti. Gli immobili ci sono ed i 60 alloggi verranno occupati da famiglie che al 90% non hanno alcun collegamento con il terremoto, come si è voluto far credere. Resterebbero solo 7 famiglie, al momento, da sistemare.”

E allora quello che dice Lombardi?
“Non corrisponde a verità, perché i finanziamenti sono stati trovati. Le case sono state già realizzate, forse lui vive fuori Cervinara, parla di una realtà che non conosce. Ritengo, quindi, che siano accuse infondate nei confronti dell’amministrazione, che ringrazio insieme al consiglio comunale, perché paradossalmente in alcune occasioni c’è un appoggio anche delle opposizioni. Proprio Forza Italia che in consiglio comunale, come in passato, si è spaccata.”

La querelle legata all’apertura della multinazionale Lidl, a Cervinara, sarà risolta a breve scadenza dall’amministrazione comunale?

“Io credo di sì, la stessa Lidl non ha interessi ad avere dei conflitti con l’amministrazione. Abbiamo approvato il piano commerciale per uno sviluppo concreto in questo campo, ma certo non possiamo non tener conto delle realtà esistenti, anche se, tra di esse, qualcuna ancora non lo è. Anche se i signori della Lidl hanno tentato di aprire, secondo noi abusivamente, al pubblico come hanno fatto in due occasioni.”

Quali sono le vostre intenzioni?
“Stiamo valutando il da farsi. Non abbiamo nessun interesse ad avere i fucili puntati, politicamente parlando, verso questi rappresentanti. Sappiamo che i commercianti potrebbero ricevere un danno economico, ma, d’altra parte, sappiamo che tantissimi cittadini potranno avere dei benefici. Questo problema è al centro di tante discussioni. Entro la fine delle vacanze natalizie la maggioranza arriverà ad una decisione definitiva”.

Infine, Sindaco, quali sono i futuri programmi politici che il Comune caudino porterà avanti, dopo le festività natalizie?
“Il nostro obiettivo primario è quello di elevare il grado di vivibilità della nostra città. Ci sono questioni relative al traffico; infatti sarà varato nei prossimi giorni un piano inerente al problema. Sono parecchi gli interventi già finanziati, per i quali già sono state espletate le gare d’appalto ed andranno in esecuzione nei prossimi giorni. Puntiamo sul turismo, come già detto nel programma elettorale, per un decollo definitivo della nostra zona. Per quanto riguarda la zona industriale proprio in questi giorni sono stati assegnati gli ultimi lotti ad imprenditori della zona. E’ una garanzia di continuità per il nostro tessuto economico, a differenza del passato quando sotto altre giunte, come quella Lombardi, le ditte hanno abbandonato, dopo soli dieci anni, la zona. Ora avranno spazio le ditte cervinaresi, o comunque limitrofe, che non porteranno tantissimi posti di lavoro, ma che rappresenteranno un inizio importante. Infine puntiamo sulla montagna per avviare il turismo. Cercheremo di avere finanziamenti per riqualificare la zona pianeggiante della Coppola con un serbatoio d’acqua potabile, una centralina elettrica ed un depuratore affinché la nostra montagna possa essere meta di turisti”.

fonte: Corriere dell’Irpinia, intervista di Valerio Criscuoli

lunedì 9 gennaio 2006. Letture: 3469.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie