Politica - Cervinara. Ancora una fumata nera per l’elezione dei rappresentanti alla Comunità Montana

Foto Cervinara

Una settimana di tempo per eleggere i propri rappresentanti alla comunità montana del Partenio. Anche ieri sera il consiglio comunale di Cervinara non è riuscito ad indicare i tre componenti che gli spettano in seno al consiglio generale dell’ente montano. Le difficoltà sono tutte interne alla maggioranza di centro sinistra che sostiene il sindaco Franco Cioffi.

Sino a pochi mesi fa, un comune della grandezza di Cervinara aveva diritto a cinque componenti all’assemblea di Pietrastornina. Poi c’è stato un giro di vite ed è stato deciso che i rappresentanti devono essere tre per tutti i comuni, due per la maggioranza ed uno per le opposizioni. La riduzione ha creato, però, non pochi problemi alla maggioranza consiliare cervinarese, composta da tre gruppi. Quello più folto è rappresentato dalla Margherita, poi ci sono i DS ed infine, i Popolari Udeur che, al momento, hanno un assessore in carica a Pietrastornina.
Tutte le tre forze politiche vorrebbero eleggere un proprio rappresentante, cosa impossibile, visto che i posti sono solo due. Neanche ieri sera Margherita, DS e Udeur hanno trovato un accordo rimandando il punto all’ordine del giorno in consiglio e dandosi appuntamento a giovedì prossimo. Sarà quindi una settimana di serrate trattative che dovrebbero avere ripercussioni anche all’interno della giunta Cioffi. Se non si dovesse arrivare ad un accordo c’è il rischio che intervenga il prefetto di Avellino che dovrebbe nominare i tre esponenti. Senza di loro, infatti, il nuovo consiglio della comunità montana non può riunirsi e, quindi, non può eleggere gli organi esecutivi, ossia presidente e giunta paralizzando di fatto il funzionamento dell’ente.

Fonte: Retesei

venerdì 28 settembre 2007. Letture: 1745.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie