Politica - Cervinara. Gli amministratori caudini si mobilitano per evitare lo scippo del finanziamento dell’asse attrezzato

Foto Cervinara

Pronti a tutto anche ad alzare la barricate per evitare l’ennesimo scippo che si profila all’orizzonte per la Valle Caudina. Gli amministratori dei comuni irpini della Valle si sono dati appuntamento questa mattina, nell’ufficio del sindaco di Cervinara, per fare il punto sul ventilato mancato finanziamento degli ultimi due lotti dell’asse attrezzato Paolisi– Pianodardine.

La questione è oramai nota: nonostante sia l’unica opera pubblica irpinia, immediatamente finanziabile e nonostante l’importanza strategica per la viabilità regionale, il completamento dell’asse viario non è stato inserito né nella programmazione provinciale, né in quella regionale. Un vero e proprio scippo contro il quale, giustamente, si ribellano gli amministratori caudini.

Alla riunione, convocata dal presidente della comunità montana del Partenio, Palerio Abate, erano presenti, oltre al padrone di casa Cioffi, il sindaco di Rotondi, Izzo, il primo cittadino di Roccabascerana, Teste ed il vice sindaco di San Martino Valle Caudina, Lanzilli. Come primo atto di questo incontro è stato stilato un forte documento di protesta da inviare alla presidente della provincia di Avellino, De Simone, e alla giunta regionale della Campania. Ma gli amministratori hanno chiesto anche un incontro urgente a tutti i rappresentanti istituzionale ma primo fra tutti all’assessore regionale ai trasporti, Ennio Cascetta.

L’incontro ci potrebbe essere già il prossimo venerdì e dal suo risultato dipenderanno le mosse future degli amministratori della Valle. I rappresentanti caudini sono consapevoli che c’è poco tempo a loro disposizione. L’opera, infatti, deve essere finanziata entro il prossimo 31 dicembre per non far perdere alla Valle Caudina, l’ultimo treno per lo sviluppo.

Fonte: Retesei

mercoledì 18 ottobre 2006. Letture: 1649.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie