Politica - Cervinara. I DS non rientrano in giunta e Cioffi riduce il numero degli assessori

Foto Cervinara

I diessini non rientrano in giunta ed il sindaco di Cervinara, l’avvocato Franco Cioffi, riduce il numero degli assessori. I membri dell’esecutivo passano da sette a cinque e le deleghe che avevano Mario Picca e Mario Esposito, sono state incamerate dallo stesso primo cittadino.
In questo modo è stata congelata la crisi amministrativa nel centro caudino. Ieri sono scaduti i 15 giorni che lo statuto comunale prevede per la sostituzione di assessori dimissionari o revocati. Due sere fa c’era stato un incontro tra Cioffi e i tre consiglieri diessini, Picca, Esposito e Pecchillo, ma le parti erano rimaste tutte sulle proprie posizioni. Le dimissioni dei due assessori diessini erano scaturite al termine dell’ultimo consiglio comunale nel corso del quale l’assise era stata chiamata ad eleggere i propri rappresentanti alla comunità montana del Partenio. Alla maggioranza toccavano due esponenti. Essendo i democratici di sinistra, la seconda forza della coalizione, la quercia auspicava che fosse designato un proprio rappresentante e se doveva fare un passo indietro, avrebbe voluto un corrispettivo in giunta.
Ma nulla di tutto questo era avvenuto. La maggioranza aveva eletto Mario Criscuoli dell’Udeur e lo stesso Franco Cioffi per la Margherita. A questo punto sono scattare le dimissioni e l’appoggio esterno alla giunta. Ma secondo i diesse la vicenda della comunità montana era stata solo la goccia che aveva fatto traboccare il vaso. Mario Picca, a nome del suo gruppo, aveva chiesto un cambio di marcia nel governo della città. Parole che non erano per nulla andate giù al primo cittadino. E così, dopo 15 giorni, tutto è rimasto come prima. Il sindaco Cioffi non ha nominato nuovi assessori nella speranza di recuperare il dissenso della quercia. I diessini non sono rientrati in giunta in attesa del cambio di passo. Probabilmente è rimasto deluso chi pensava di poter occupare le due poltrone lasciate vacanti dai dissini o chi auspicava che questo potesse essere il primo passo per uno sgretolamento della maggioranza che sostiene Cioffi. Per il momento tutto resta immutato in attesa di schiarite future.

Fonte: Retesei

giovedì 25 ottobre 2007. Letture: 2066.


Commenti

  1. GM ha detto:

    CERVINARA E DIVENTETO IL PAESE DI PULCINELLA………OGGI CI SIAMO E DOMANI NO……….VIA QUESTO GOVERNO……….

  2. giglio carmine ha detto:

    i ds si ritirano dalla giunta mica per dissenzi sulla disamministrazione ma per cose molto piu nobili (la comunità montana) viva i compagni

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie