Politica - La Margherita di San Martino sul web: appello per Daniele

San Martino V.C. – Si rinnova in rete il sito, impostato come blog, della sezione sammartinese della Margherita, intitolato alla memoria di Don Sturzo.
In Valle Caudina è l’unico movimento partitico che, per ora, ha intrapreso la strada on line per essere più vicino sia agli iscritti che ai cittadini. I neodemocristiani hanno rinnovato la veste grafica e l’indirizzo, infatti il nuovo dominio è http://margheritasanmartino.blogspot.com.

Da segnalare l’appello del circolo ai rapitori di Daniele Mastrogiacomo, l’inviato de La Repubblica in mano ai Talebani: “Mastrogiacomo, come molti suoi colleghi, è lì solo per lavoro, e per raccontare da vicino le tragedie quotidiane che affliggono l’Afghanistan”. Navigando nel sito si possono trovare discussioni e precisazioni sulla posizione politica della Margherita di San Martino, in questi giorni al centro di polemiche legate al mancato completamento dell’asse attrezzato Paolisi – Pianodardine, la strada che dovrebbe collegare la Valle Caudina con la zona industriale di Avellino.

Infine ecco le proposte ambiantaliste della Margherita racchiuse in uno speciale sull’emergenza climatica: “Per qualificare il 2007, anno in cui cade il decimo anniversario del Protocollo di Kyoto, come quello del definitivo ingresso nell’era della sostenibilità, la Margherita propone di varare ulteriori misure che, con quelle approvate e le altre in cantiere, costituiscano una vera e propria “riforma” in grado di dare all’Italia strumenti adeguati per contribuire alla sfida globale contro i cambiamenti climatici. Questi gli assi del nuovo “pacchetto sostenibilità”: modificazione dei meccanismi di incentivazione delle fonti rinnovabili e semplificazione delle relative procedure autorizzative; una politica industriale che miri al risparmio energetico e volta a centrare gli obiettivi europei; accesso per tutti, famiglie, imprese e pubblica amministrazione, alle fonti rinnovabili di energia; maggior coinvolgimento delle regioni e degli enti locali nell’impegno per la diffusione delle fonti rinnovabili, il risparmio energetico e per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni; potenziamento del trasporto ferroviario regionale; diffusione della elettrificazione del trasporto pubblico urbano; riduzione del trasporto su gomma di merci e persone e un programma per l’agricoltura sostenibile.”

Valerio Criscuoli, Corriere dell’Irpinia 14/03/2007

mercoledì 14 marzo 2007. Letture: 1912.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie