Politica - Paolisi. Il Sindaco Montella scrive a Bassolino: “Le mie richieste inevase troppe volte”

Foto Paolisi

(p.p.) “Non mi fermerò davanti a nulla, dobbiamo ottenere un sacrosanto diritto che è quello della salvaguardia dell’incolumità dei cittadini e dei bambini che attraversano i binari presenti sul nostro territorio anche più volte al giorno”. Ancora profondamente amareggiato per il tragico incidente costato la vita a due giovani rumeni, Carmine Montella, primo cittadino di Paolisi, chiede con fermezza l’intervento delle autorità competenti per mettere fine alla serie di incidenti che frequentemente si verificano sul territorio.

Così come aveva preannunciato immediatamente dopo l’incidente, Montella ha inviato una formale richiesta di intervento al Governatore della Regione Campania, Antonio Bassolino e all’Assessore Regionale ai Trasporti, Ennio Cassetta, al fine di “…risolvere questo annoso problema che angoscia l’intera comunità…”. Nella missiva, indirizzata anche al Prefetto di Benevento ed al Presidente della Provincia di Benevento, il Sindaco Montella ha formalmente chiesto una visita sul territorio dei vertici regionali. “Come avrà avuto modo di apprendere dalla stampa e dai notiziari televisivi, – si legge nella missiva inviata a Bassolino – la linea ferroviaria Benevento – Napoli (Metro – Campania Nord – Est) nel tratto che attraversa il mio Comune è stata nuovamente teatro di un tragico incidente che ha causato la morte di due persone. Due onesti operai, che si recavano al proprio lavoro dopo la pausa pranzo, e questo è solo l’ultimo di una serie di incidenti, molti dei quali mortali, che hanno funestato il mio Paese e scosso l’intera comunità”.

Di qui, il Sindaco Montella ha partecipato a Bassolino tutte le richieste effettuate nell’arco del suo mandato, al fine di far installare passaggi a livello nell’area di competenza del territorio comunale di Paolisi. “Più volte le mie richieste per l’istallazione, – prosegue Montella – quantomeno di barriere automatiche sui tre passaggi a livello incustoditi, sono rimaste inevase. L’assenza di misure idonee atte a tutelare la vita di chi quotidianamente attraversa i binari anche più volte al giorno mi sembra più da terzo mondo che da paese civile”. Infine, dunque, il primo cittadino caudino ha chiesto al più presto, “…la presenza nel Comune di Paolisi dell’Assessore Regionale ai Trasporti per predisporre nel più breve tempo possibile tutte quelle misure atte a salvaguardare la vita umana…”.

Intanto, per il prossimo tre novembre, alle ore undici, è stato programmato presso la Casa comunale di Paolisi un vertice tra i dirigenti dell’aerea tecnica delle ferrovie e quelli dell’Ufficio tecnico comunale che di concerto analizzeranno tutta la questione, predisponendo un piano per la risoluzione in tempi brevi della questione. L’Amministrazione comunale di Paolisi, ha inviato un messaggio di cordoglio alle famiglie delle vittime e nello stesso tempo si è attivata per espletazione di tutte le pratiche inerenti il rimpatrio delle salme.

fonte: Il Sannio Quotidiano

venerdì 28 ottobre 2005. Letture: 2425.


Forse ti possono interessare anche queste notizie