Politica - Roccabascerana. Todino (Ds): “Basta civiche, serve rinnovamento per dire “no” agli interessi personali”.

ROCCABASCERANA – Un forte rinnovamento, volti nuovi per il prossimo consiglio comunale che si andrà ad insediare e soprattutto una chiara rappresentanza politica per ogni schieramento. Il segretario cittadino dei Democratici di Sinistra Nando Todino. Il quale in questa intervista ad “Ottopagine” pone alcuni punti fermi, auspicando al contempo una campagna elettorale scevra da “spargimenti di sangue” e all’insegna della correttezza.
Segretario, come procede la discussione all’interno del centrosinistra?
“Tutti i partiti sono al lavoro per la stesura del programma e per porre delle regole certe per i candidati. L’impegno è soprattutto quello di ritornare alle regole della democrazia ancorate alla logica dei partiti. Noi speriamo di riuscire in questo intento, dando vita ad un’alleanza di centrosinistra e dall’altro una di centrodestra. E’ importante avere riferimenti ben chiari, senza liste civiche e accozzaglie di persone a difesa soprattutto dei propri interessi personali”.
Ma non mancano tensioni anche all’interno dello stesso schieramento di centrosinistra.
“Se fossimo tutti della stessa idea, saremmo iscritti allo stesso partiti. L’importante è che ci siano sempre discussioni aperte e leali, siamo impegnati a costruire e costruire vuol dire trovare talvolta anche delle difficoltà. Ma sono ottimista, perché c’è la volontà da parte di tutti i partiti ad organizzarsi. Quello che voglio rimarcare però è la volontà di alcuni singoli individui che pur avendo tessere di partito procedono come cani sciolti e non parlano nell’interesse della collettività, puntando a rompere il meccanismo. Invece il centrosinistra sarebbe la soluzione migliore, con una compagine che ha chiari riferimenti politici sia in provincia che in regione. Con una posizione chiara, sono chiari anche gli obiettivi che si vogliono perseguire. Che è fuori da questa logica corre da solo e per i propri interessi. Del resto una civica che riproponga gli stessi metodi è destinata al fallimento, come è stato già dimostrato nella precedente consiliatura”.
Qual è la posizione della quercia sulle candidature?
“I diesse non hanno nessun pregiudizio, puntiamo solamente ad un rinnovamento. Puntiamo sui giovani per far sì che si arrivi a creare una nuova classe dirigente per Roccabascerana. Servono figure nuove”.
Che campagna elettorale si preannuncia?
“Da parte nostra, ci auspichiamo una campagna elettorale leale, competitiva sì ma non sanguinaria. E’ fondamentale rimuovere tutte le problematiche personali nella corsa elettorale, che hanno avvelenato il clima politico nel nostro paese negli ultimi anni. Speriamo in una competizione, non in una guerra”.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine

sabato 28 gennaio 2006. Letture: 2019.


Forse ti possono interessare anche queste notizie