Politica - San Martino VC. La nuova giunta Ricci contro la laicità dello stato

Foto San Martino Valle Caudina

La giunta comunale di San. Martino Valle Caudina ha all’unanimità autorizzato il parroco Don Ugo Della Camera a costruire un monumento nell’ area vecchia del cimitero comunale, in memoria “dei bambini mai nati” a causa dell’ aborto.

A quanto pare, il progetto è in stato avanzato e già è stata avviata una raccolta fondi. Il fatto grave è che la giunta ha deliberato la costruzione di un monumento che dovrebbe ricordare, mortificando le donne che hanno abortito, “l’atto infame” commesso, eliminando una vita, ogni qual volta si recano al cimitero. Cittadini, il diritto all’aborto è stato sancito dalla legge 194 del 22 maggio 1978, ed evidenzia chiaramente che l’aborto non è un reato, se è compiuto entro 90 giorni dal concepimento, se vi è pericolo per la salute psichica e fisica della donna e se si ritiene che la sopravvivenza del nascituro possa venire gravemente compromessa dalla precarietà delle condizioni sociali ed economiche della famiglia.

La legge sull’aborto fu voluta dai partiti laici e cattolici nel contesto del governo di solidarietà nazionale, per porre fine ai numerosissimi aborti clandestini e per salvaguardare la libertà e la personalità delle donne e degli uomini. Essa ha segnato un momento di emancipazione per milioni di donne. La nuova giunta comunale con questo atto, contraddice la legge 194 non garantendone il rispetto umiliando la libera scelta della donne. Dove è andata a finire la laicità dello stato? Il rispetto delle leggi del parlamento? Vogliamo veramente che sia costruito un monumento contro l’aborto? Saremo ricordati come l’unico comune d’Italia ad averne uno. Se vogliamo fare questo costruiamo pure il monumento, sarebbe soltanto l’ultimo atto di una politica clericale dell’assessore Pasquale Pisaniello e il primo della nuova giunta che si avvia alla costruzione del Partito Democratico.

Pensavamo che Partito Democratico e il tema della laicità avrebbero avuto qualche problema, ma il problema esiste prima ancora che nasca il nuovo partito. E’ bastata la prima giunta senza alcun rappresentante della sinistra, per cancellare il concetto della laicità dello stato. Comprendiamo la posizione del parroco che porta avanti le sue idee, ma riteniamo sbagliata la decisione della giunta, che dovrebbe garantire tutti i cittadini. Questo atto è l’ennesima prova dell’ingerenza della Chiesa nella politica italiana, sostenuta dal P.D. che sui temi etici segue i dettami della Margherita.

Invitiamo il Sindaco e la giunta ad evitare di costruire un “monumento della vergogna”. Invitiamo le donne e gli uomini di buon senso a fermare questa decisione, che sa molto di caccia alle streghe, che riporta San Martino, tra i pochi paesi della provincia che si pronunciarono a favore dell’aborto indietro di trent’anni.

Fonte: Retesei

mercoledì 29 agosto 2007. Letture: 2205.


Commenti

  1. ZioCiccio ha detto:

    Certo, che a Sammartino non tenete proprio un cazzo da fà eh?

  2. Sampei ha detto:

    Probabilmente la giunta di san martino non si rende conto di essere nel 2007 ed e’ ancora legata a tradizioni medioevali e/o antichi riti tribali. Ci vorrebbe un po’ di rispetto per le sutuazioni che portano ad abortire piuttosto che ergersi a protettori della cristianità. Ma discorsi del genere e’ difficile che vengano compresi da qualche assessorucolo di paese la cui cultura e’ confrontabile con quella di una amoeba.

  3. RM ha detto:

    C’e motivo per preocuparsi, evidentamente le scelte personali non meritano rispetto per queste persone.
    Questo e’ di puro stampo fondementalista.
    Fermiamo il fondamentalismo cristiano ora, perche prima o poi dovremmo fermare anche il fondamentalismo islamico quando il loro numero aumentera’ fra di noi.
    Due religioni che ambedue dichirano che siano la vera religione, evidentamente non puo’ essere cosi, sono tutte due false, non c’e tempo nella vita per l’ignoranza e ignoranti con le loro superstizioni che chiamano fede.
    Viva la societa laica e civile”.
    Oppure il medioevo ci aspetta dietro l’angolo.

  4. Subcomandante ha detto:

    Brfavi, siete tutti dei gran filosofi…ma sapete perché la sinistra non vincerà mai e sarà sempre dimezzata? Perché ci sono ancora un sacco di imbecilli come voi che fanno battaglia di retroguardia. Sveglia, il muro di Berlino è crollato da un po’!

  5. Sampei ha detto:

    Subcomandante: sei un povero fesso! bisognerebbe fare un monumento in onore di quelli come te: il monumento ai “bambini purtroppo nati”.

  6. RM ha detto:

    Subcomandante, Ma chi si e’ dichiarato di sinistra?
    Il discorso e’ separazione tra stato e religione, non so se hai capito bene di cosa tratta l’articolo.
    L’aborto certamente non e’ una cosa piacevole, per nessuno e in particolare per una donna che fa quella scelta.
    Io di recente ho conoscuito una ragazza che ha deciso di abortire perche si era innamorato di un uomo piu maturo, ma solo di eta, aveva un rapporto extracogniugale e la moglie di quest’ uomo non lo sapeva, e lui, non lei, era la persona che non voleva assolutamente prendersi cura del piccolo.
    Lei con un lavoro precario con l’aiuto di nessuno e in totale disperazione aveva capito che non aveva le risorse per dare una sicurezza di una vita decente per il bimbo, che sarebbe stato per quelli che ci tengono “un figlio di puttana”.
    Posso dire comunque, che il motivo perche non e’ nato questo bimbo, non e’ stato economico, ma per motivi di “vergogna”.
    La vergogna e’ figlio della morale.
    Addesso lei ha una vita migliore e ora la possibilita’ di dare luce ad una creatura che puo crescere in sicurezza e tranquillita’.
    Questa non e’ filosofia, ma sono drammi delle vite quotidiane, e se le persone che si dichiarano contro l’aborto si decidano di dedicarsi a creare un mondo dove anche gli indesiderati socialmente sono accettati forse ci sarrebero meno aborti.
    Quindi, la morale chi la vuole fare se la fa sulla propria pelle e non su quella degli altri.

  7. Sammartinese ha detto:

    Lasciamo perdere il fondamentalismo cristiano e le mentalità medievali. La legge è uguale per tutti: l’aborto è possibile, è stato voluto dagli italiani, però l’aborto terapeutico quindi soltanto l’interruzione volontaria di gravidanza, dopo i novanta giorni se c’è il rischio per la vita della madre o per la sua salute fisica e psichica.
    Credo, anzi spero, che questo monumento sia per quei bambini che dovevano nascere e che non sono nati solo per la malvagità dei genitori. Se siete ragazzi del 2000 anzi del 2007 non permettete che i ricchi possano avere solo figli sani e i poveri “rischiare” di avere un figlio malato. Esempio brutale le ultime notizie di Milano. Fra qualche anno i poveri che hanno pochi mezzi finanziari saranno gli unici ad avere figli malati? Da quello che ho letto è quello che volete.

  8. RM ha detto:

    Sammartinese, dove e’ stato scritto che si voleva che solo quelli che hanno i mezzi finanziari debbono avere i figli sani?
    Quello che e sucesso a milano e’ una tragedia nella tragedia, nonche una decisione saggia e preponderata da parte del genitore, purtroppo c’e’ stato un errore umano.
    Chi e’ che sta usando questo dramma per i propri fini?

  9. carmine ha detto:

    ma stiamo scherzando spero, voi che vi professate gente del duemila? che poi non so cosa possa significare e quali siamo i criteri dogmatici che decidano chi sia “in” e chi “out” in questa società. Non per ottusagine, ma qualsiasi me ne citiate non è altro che il frutto maturato in una umana specie, che si sa dove questa possa spingersi al fine di poter giustificare il male che produce.
    Qualcuno di voi parla di “malati” ma io gli dico diversabile, diverse abilità( in una stanza buia tu ti rompi la capa lui invece il “malato”cieco si saprà orientare, vedi il “malato” ora sei tu).
    Poveri che devono produrre “malati”; cari miei il sistema sanitario italiano da la possibilità anche a loro di compiere l’omicidio, si perchè è omicidio lo vogliate accettare o no, mettendoci tutte le scuse possibili(vedi Veronesi), ma quell’ atto e O.M.I.C.I.D.I.O anche se eseguito nei primi tre mesi di vita, perchè? perchè semplicemente la in quell embrione si sta creando un uomo e non una scimmia. Su questo non ci dovrebbero essere obbiezioni. E la scienza ad averlo appurato. La vostra cara scienza pronta a svelarvi tutto, ma allora perché il 90% del funzionamento celebrale e sconosciuto cosi come sono sconosciute alcune fasi della gravidanza e perché è successo quel fatto a Milano? ma allora sta scienza tanto scienziato non è?
    Persone che uccidono per ragioni economiche? Ti faccio un esempio: due poveri cristi vanno all’ università (sapete oggi i costi per mantenersi gli studi) l’uno fa sacrifici enormi per continuare (coniuga lavoro e studio) e arriva alla tanto sospirata laurea, l’altro abbandona, perché i suoi economicamente non lo reggono più ma non è disposto a sacrifici perchè tutto deve essere bello e dato( lo Stato ce lo deve!!!! Deve il lavoro, deve il salario, deve…. Deve….. e deve. Ma che cosa dia lui non si sa). Questo per dirti non si può e non si deve uccidere semplicemente perchè figli di una generazione di sciagurati dove i sacrifici li fanno gli altri, ma guai a farli noi. Ecco cosa siamo degli sciagurati irresponsabili la cui unica realtà è vivere alla “Briatore” escludendo, anche al costo di ammazzare, tutto ciò che può essere da intralcio per quel fine nobile(prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!!!!).
    Tanto lo farà dopo un giocattolo con cui divertirsi. Ma mi chiedo chi era lei per decidere chi deve e chi non deve accedere a questo mondo? A già dimenticavo e la sua di pelle.
    la morale chi la vuole fare se la fa sulla propria pelle e non su quella degli altri. Ma allora se un tuo fratello si getta al pozzo lo lasci fare tanto lo fa con la sua pelle. Ahhhh!!!benedetti anarchici cosa avete creato.. Cari belli quando si vuole si arriva a toccare anche il cielo con un dito. Per Sapei ti rinnovo l’invito a dare delle soluzioni che possano alleviare le pene di questa valle

  10. RM ha detto:

    Ma da dove ha preso i suoi dati in merito che non si conosce il funzionamento 90% del cervello umano, le dispacerebbe citarne la fonte, io conosco diversamente.
    Fortunatamente la scienza ha risolto moltissmi dei problemi di salute, e alla scienza dobbiamo farmaci come la pennicillina, il vacino per il polio, l’insulina.
    Senza la scienza di queste cose certamente non se ne poteva nemmeno sognare.
    Quindi la scienza ha salvato milioni di vite e le salve ancora, invece la preghiera non salva, non ha salvato, e non salvera’ mai nessuno.
    Solo la ricerca potra’ portare miglioramenti significativi al genere umano.
    Qui l’anarchia non c’entra niente, ci sono moltissime persone che lavorano per alliviare le pene di questa valle con la ricerca, mentre altri sono ancora dedicati alla superstizione e a prediche prive di qualsiasi senso.

  11. Subcomandante ha detto:

    Sampei, ne sono passati di imbecilli per vallecaudina.net, ma tu indubbiamente li batti tutti. Meno male che sei nato tu, invece, visto che ci fai ridere ogni giorno con la tua mentalità da 4 soldi e il tuo gusto da sputa-sentenze. Sei indubbiamente il migliore, continua così.
    Non è questione di destra o sinistra, ma più in generale di capire cosa significa “laicità”. Secondo me, è rispetto delle opinioni di tutti, anche della chiesa…che posso cmq non condividere come faccio io. Ma perché non poter consentire loro di esprimere liberamente le proprie opinioni? Quello che praticate voi, piuttosto, è “laicismo”…

  12. carmine ha detto:

    una scienza che lavora per il bene dell’uomo non la discuto, ma una scienza che lavora per sopprimerlo si

  13. carmine ha detto:

    per le informazioni leggasi articolo di gerald Edelman “il Cervello non è la mente:
    Come funziona il cervello? In che direzione si muove la ricerca in questo ambito?

    Per rispondere alla sua domanda non possiamo che ripeterla e riproporcela. Ci piacerebbe sapere come funziona il cervello, ma ancora non abbiamo informazioni soddisfacenti su quest’organo, come invece ne abbiamo in riguardo ad altre parti del corpo. Uno dei metodi seguiti dalla ricerca è di suddividere questo grande interrogativo in una serie di problemi minori, perché è evidente che in ogni caso non ci sarà una risposta unica e semplice. Perciò l’obiettivo della neurologia è cercare di ricostruire il funzionamento del cervello relativamente a percezione, sensazione, visione, sentimento, tatto, odorato, memoria, e infine anche in riguardo alla comprensione del linguaggio. Tutti questi aspetti, benché distinti e separati, sono connessi l’uno all’altro. Non si può capire adeguatamente la natura del linguaggio senza sapere cosa siano la percezione e la memoria.

    Il campo è ora aperto a profonde trasformazioni tecniche. Per la prima volta siamo in grado di svolgere indagini a tutti i livelli organizzativi del sistema nervoso. Dal punto di vista metodologico, possiamo analizzare qualunque cosa, dalle molecole fino ai modelli di comportamento, e ciò consentirà, in ultima analisi, di collegare la psicologia alla biologia. Questa ritengo che sia la direzione che gli studi prenderanno in futuro, fermo restando che possono sempre esserci sorprese.

    ho forse sbagliato a non specificare funzionamento, chiedo scusa.

  14. wake up ha detto:

    Chiedo scusa se mi intrometto ma il problema non era la lapide nel cimitero di san martino? Ognuno ha le sue legittime convinzioni in material di aborto, ma indubbiamente la lapide ha un valore politico, radicalmente diverso da quello affettivo delle altre lapidi del cimitero… considerate normale quello che sta accadendo? E’ normale che il cimitero venga utilizzato per messaggi politici? Ma dico, siamo del tutto impazziti? Per quanto personalmente sia contro l’aborto, a meno che non intervengano ragioni di tutela della salute della madre e del nascituro, tuttavia la lapide mi sembra un intervento a gamba tesa, una protervia nel piegare il luogo della memoria, dei defunti, degli affetti perduti ad una miserabile logica politica. O no?

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie