Politica - San Martino VC. Pisaniello si dimette per le critiche alla manifestazione Luci e Falò

Foto San Martino Valle Caudina

Era assessore ininterrottamente al comune di San Martino Valle Caudina dal 1993. Quattro sindaci si sono dati il cambio in questi 14 anni ma il professore Pasquale Pisaniello era sempre rimasto al suo posto, occupandosi sempre di cultura e servizi sociali. Ma anche i rapporti più consolidati possono terminare ed infatti Pisaniello ha rassegnato le dimissioni dalla carica.
Era assessore esterno nella giunta guidata dal sindaco Pasquale Ricci perché nella campagna elettorale dello scorso anno l’allora Margherita aveva puntato nella valorizzazione di alcuni giovani, facendo un buon lavoro di squadra.
Ma il gruppo in questo periodo ha cominciato a sfilacciarsi e l’assessore è diventato il bersaglio preferito di una serie di strali che venivano lanciati contro l’esecutivo proprio da parte dei suoi amici.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le forti critiche espresse contro la manifestazione Luci e Falò che Pisaniello ha organizzato insieme al suo collega di giunta Ignazio Abate. La manifestazione ha preso il via ieri sera. Nonostante la neve c’era tantissima gente ma Luci e Falò era stata già stroncata prima che si avviasse. Critiche che arrivavano, con sommo stupore di Pisaniello, proprio dal suo gruppo.
A questo punto l’insegnante ha capito che il suo tempo era finito. Ha preso carta e penna ed ha presentato le dimissioni al protocollo del comune. Dimissioni irrevocabili a meno che non si apra una seria riflessione nella maggioranza. Avendo ricoperto il ruolo di assessore esterno con le dimissioni, Pisaniello lascia il comune ma non la politica.
Questa mattina lo abbiamo sentito al telefono. Era molto amareggiato per come sono andate le cose ma anche determinato a diventare un fiero oppositore della giunta Ricci se non ci sarà un cambio di rotta nella gestione del comune.

Fonte: Retesei

sabato 15 dicembre 2007. Letture: 2905.


Commenti

  1. Sampei ha detto:

    Un po’ di svecchiamento non guasta mai. Che sta una persona possa stare 14 anni al sempre sulla stessa poltrona lo trovo grottesco.

    Spero che le dimissioni diano spazio a un giovane e non alle solite cariatidi.

  2. gianni mauriello ha detto:

    Caro Sampei, per la prima volta ti do ragione!
    Era ora! Non se ne poteva piu’!
    Ma non cantiamo vittoria….a volte ritornano!!!

  3. giap ha detto:

    Siamo alle solite sceneggiate,e pensare che a San Martino V.C. esiste un grande e forte PD,tutti dentro evviva l’armata Brancaleone-Opportunisti affaristi,giovani rampanti senza spina dorsale e mi fermo qua!!!!!!!!!.e lui comanda stando a casa.

  4. x ha detto:

    fuori uno!!!…finalmente qualcosa si muove,era uno dei peggiori!!

    ps ehh vaiii !!

  5. Carmine Boffa ha detto:

    Per quanto riguarda che una persona possa stare così tanto tempo sulla stessa “poltrona” vi do ragione ma sul fatto ke in questi anni abbia portato avanti cn serità il proprio lavoro nn si discute e guardando il ruolo ke ricopriva nel comune di San Martino sarà difficile trovare una persona cn le stesse competenze.

  6. Sampei ha detto:

    Carmine Boffa, non esistono uomini per tutte le stagioni.

  7. giap ha detto:

    quella dell’ assessore è solo uma mossa tattica per chiedere qualcosa in più ,inoltre le critiche sono venute dai suoi amici,anzi dal suo amico ,anzi dal loro capo.Ma quando in un partito non c’è vero confronto è inevitabile che accada ciò d’altronde l’ ex sindaco fu fatto fuori a tre minuti dalla presentazione delle liste.BASTA CON IL MALGOVERNO DEGLI EX DEMOCRISTIANI!

  8. ala sinistra ha detto:

    Non è il valore dell’uomo in discussione. La questione è, che stare sempre al solito posto per 14 anni, è davvero troppo. Sicuramente sulla decisione di dimettersi, ha inciso fortemente la levata di scudo del suo stesso gruppo, ragion per cui è scattata la lesa maestà. Cosa succederà, è difficile ipotizzarlo, non vorrei come ha detto qualcuno, che questi ritornano. Sarebbe ora di fare un buon rinnovamento, senza offesa per il Prof. Pisaniello. Ricci a proprio una brutta gatta da pelare, se questo è l’antipasto del Partito Democratico, figuriamoci il dolce.

  9. Gelsomina ha detto:

    Il Pisaniello dimissionario non é certo persona della quale ci si può fidare, visto che ha avuto l’ardire di frodare persone che in vita gli avevano dato piena fiducia ma che, non appena morte, sono state derubate delle ultime volontà.
    Ma fare un torto ad un vivo é una cosa, tradire una persona morta rubandole i beni testamentari é da vigliacchi poichè i morti non possono difendersi.

    Aprite bene gli occhi Sanmartinesi !
    amministrare la cosa pubblica deve essere fatto da persone di integrità morale riconosciuta!
    Il Pisaniello si é permesso di distruggere i sogni di una persona molto, troppo PERBENE che da circa due anni ha rotto con il vs. Comune e, credetemi, non immaginate nemmeno che perdita avete avuto grazie al disonesto Pisaniello….

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie