Società - Cervinara. Dibattito sul Parco del Partenio

Foto Cervinara

Presso la sala della biblioteca ‘Caudium’ di Cervinara si è tenuto un incontro tra gli attivisti delle associazioni locali: Pro Loco di Cervinara, Ecoclub di Avellino, Area Critica Comunista, Gruppo di Cervinara e il presidente del Parco Regionale dei Partenio, Gianvito Bello.

Al dibattito, dal titolo “Sviluppo e tutela dell’ambiente. Le opportunità di crescita per il comprensorio caudino”, il presidente Bello ha posto l’accento sull’importanza di un intenso rapporto sinergico per lo sviluppo e la tutela dell’ambiente, ed ha poi ricordato: “Sono fondamentali le intese per lo sviluppo e la tutela dell’ecosistema, dobbiamo scardinare l’idea che il Parco sia un vincolo per il territorio, non è così. L’Ente è un motore di sviluppo, un motore giovane capace di attivare le politiche di negoziazione, mettendo intorno ad un tavolo, tutti i soggetti interessati per creare una rete ecologica vera, a favore dello sviluppo. Posso dirvi, con tutta franchezza, che molti Comuni confinanti con l’area Parco hanno chiesto di poter rientrare all’interno della perimetrazione. I cittadini e gli amministratori hanno capito le potenzialità di questo strumento”.

Poi, il numero uno del Parco del Partenio guarda al futuro: “A giugno una delegazione dell’Ente volerà in Canada. Lì faremo un gemellaggio con un Parco Canadese, così facendo, a settembre, tanti turisti visiteranno questa zolla verde della Campania, che il territorio del Partenio rappresenta, e si darà inizio ad una logica di turismo produttivo”. Nel prosieguo, Camillo Campolongo, responsabile del wwf di Benevento, s’è detto soddisfatto dell’operato della Regione Campania dal 1993, anno della istituzione dei Parchi, ad oggi. “Anche se – ha ricordato l’esponente del wwf – chiediamo più controlli verso gli aspetti naturali per il mantenimento dell’ecostistema”. Ha moderato l’incontro Paolo Citarella, della Piccola Associazione Culturale.

Fonte: Retesei

sabato 20 maggio 2006. Letture: 2294.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie