Società - CERVINARA, Servizio civile assunzioni nella bufera

Foto Cervinara

PASQUALE PALLOTTA Cervinara. Bufera nella Confraternita Misericordia, che tra le altre cose in Valle Caudina svolge il servizio di 118. Due membri del Magistrato, che è poi l’organo dirigente dell’associazione di volontariato hanno rassegnato le dimissioni dalla carica. Si tratta di Walter Nuzzo e di Antonio Vaccariello. Dalle prime indiscrezioni che sono filtrate circa le dimissioni, si è saputo che la decisione è giunta a causa dei contrasti che si sono registrati nell’ultimo bando del servizio civile, nel quale la confraternita ha reclutato 12 giovani volontari che saranno remunerati con circa 500 euro al mese per un anno.

Secondo fonti accreditate sembrerebbe che siano stati assunti parenti di persone presenti nel Magistrato, quando il regolamento lo vieta espressamente. Fatto sta che lunedì mattina sono stati affisse le graduatorie e ieri Nuzzo e Vaccariello si sono dimessi, senza pensarci neanche un minuto e per evitare che il loro nome potesse essere oggetto di eventuali illazioni. Walter Nuzzo è un socio fondatore della Misericordia ed è stato nel Magistrato ininterrottamente da quando l’associazione è stata fondata e viene indicato da tutti come una figura di garanzia. Antonio Vaccariello è, invece, l’amministratore dell’associazione. Entrambi si sono limitati a dire che non condividono più l’attuale linea della dirigenza ma appare evidente che il motivo sia da ricercare nel bando di selezione e nella fretta con la quale è stata stilata la graduatoria.

La selezione si è svolta per tutta la giornata di domenica 10 luglio e lunedì 11 la graduatoria era già pronta. Erano più di 60 i ragazzi che concorrevano per i 12 posti da volontario. Se dovesse rispondere a verità che nel lotto dei giovani avviati al servizio civile si trovano parenti stretti dei responsabili dell’associazione, potrebbero configurarsi anche scenari di natura giudiziaria. Fin dalle prossime ore, considerata l’attenzione prestata dall’intera comunità al bando – per le prospettive occupazionali in favore di 12 giovani – è prevedibile che si scateneranno aspre polemiche.

mercoledì 13 luglio 2005. Letture: 3518.


Forse ti possono interessare anche queste notizie