Società - Rotondi. Pronta a partire la raccolta differenziata su tutto il territorio

Foto Rotondi

ROTONDI – “Il comune è pronto a far partire la raccolta differenziata sul territorio”. Il vicesindaco di Rotondi Luigi Fevola annuncia lo stato degli incartamenti all’indomani della riunione in Provincia per l’avvio della raccolta separata su tutto il territorio irpino. “Dal 15 novembre saremo pronti, non solamente per l’ordinanza provinciale della quale siamo ovviamente rispettosi – spiega il vicesindaco caudino -, ma perché si tratta di un punto fondamentale del nostro programma elettorale”.
Quella che si prospetta per la cittadinanza è una vera e propria rivoluzione culturale. “Il primo effetto – spiega Fevola – sarà la scomparsa dei cassonetti dalla strade, i quali offrono tra l’altro uno spettacolo indecente e che nonostante la buona volontà non vengono neppure adeguatamente lavati e curati”.
Gli standard minimi richiesti però potrebbero anche stare stretti all’amministrazione comunale caudina. “Noi non vorremmo fermarci solo alla selezione dell’umido e del secco. Da questo punto di vista siamo abbastanza critici nei confronti della decisione onnicomprensiva dell’amministrazione provinciale, dal momento che ogni singolo comune dovrebbe stabilire tempi, orari e modalità della raccolta differenziata, da effettuarsi in relazione al territorio”.
A tal proposito Fevola adduce un esempio: “Per quanto riguarda la frazione di Campizze – spiega il vicesindaco -, punteremo decisamente sul compostaggio, dal momento che si parla di un’area prettamente rurale, commerciale e che punta sui servizi. In quell’area installeremo degli appositi compositori, strumenti nei quali depositare rifiuti organici e stralci. Che insieme al verde, dopo un periodo di fermentazione di sette-otto mesi, può essere riutilizzato come fertilizzante per il terreno. In questo modo – spiega soddisfatto Fevola – si arriverà ad una riduzione complessiva dei rifiuti di un 30% circa. Che è una quantità elevata”.
Adesso, tocca alla provincia: “Aspettiamo che ci doti di bio-pattumiere, contenitori particolari e compositori”, conclude Fevola.
Giovanbattista Lanzilli

Fonte: Ottopagine

venerdì 9 settembre 2005. Letture: 2060.


Forse ti possono interessare anche queste notizie