Società - San Martino VC. In via di allestimento la biblioteca multimediale

Foto San Martino Valle Caudina

Si attende solo il collaudo da parte della regione Campania e poi, a San Martino Valle Caudina, aprirà i battenti la biblioteca multimediale. La sede, che si trova nell’ex macello comunale, è stata già allestita.

Cinque postazioni di computer con collegamento ad internet superveloce saranno a disposizioni di tutti coloro che hanno necessità di consultare la rete per ricerche di ogni genere. I computer sono collegati a delle stampanti in grado di riprodurre documenti in ogni formato. L’allestimento della biblioteca multimediale è a totale carico della regione e fa parte di un sistema in rete sull’intero territorio campano.
Il comune di San Martino Valle Caudina ha presentato il progetto nel corso della passata amministrazione ma, materialmente, è partito con la giunta Ricci ed ora è curato da Beniamino Villanova, consigliere delegato alle politiche giovanili. Le spese di allestimento sono a totale carico di palazzo Santa Lucia, il comune di San Martino ha dovuto fornire la sede e la disponibilità di tenerla aperta al pubblico almeno tre giorni alla settimana e questo sarà possibile grazie all’utilizzo dei giovani del servizio civile e dei volontari dell’osservatorio comunale delle politiche giovanili.

Il servizio è dedicato soprattutto alle giovani generazioni. Sempre la regione ha stabilito che per utilizzare internet per ricerche bisognerà pagare un prezzo simbolico accessibile a tutti. Si tratta, indubbiamente, di un servizio importante che viene fornito alla intera comunità e che, mai come in questo caso, serve ad abbattere le barriere geografiche e culturali.

Fonte: Retesei

giovedì 11 ottobre 2007. Letture: 2562.


Commenti

  1. zzz ha detto:

    qual è la differenza tra biblioteca multimediale e internet point…

    ps:
    “Cinque postazioni di computer con collegamento ad internet superveloce (…)”
    a me i servizi di retesei mi fanno morire dal ridere!
    non so se sono più provinciali o più lecchini…

  2. capsda ha detto:

    Centro per l’Accesso ai Pubblici Servizi Digitali Avanzati (progetto Capsda). E’ un progetto regionale che consente, ai comuni fino a 20 mila abitanti, di allestire un centro mulitimendiale da mettere a disposizione dei cittadini. La regione ha pubblicato un bando nel 2005. Il comune di San Martino ha partecipato ed oggi è uno dei 72 centri regionali. La regione ha fornito i software e gli hardware. Il comune si è impegnato a garantire gli orari di apertura settimanali con l’impiego dei giovani dell’osservatorio. E’ una struttura a disposizione della comunità locale, non solo sammartinese, presente perché gli amministratori in questo frangente si sono dimostrati attenti a cogliere le opportunità. Retesei ha informato della cosa. Non c’è niente di male. nessuna forzatura.La critica deve essere motivata.Diversamente diventa solamente strumentale e preconcetta.

  3. Sampei ha detto:

    Capsda, sarebbe bello sapere chi ci lavora nel progetto e se abbia parentele con qualche amministratore. Questi progetti sarebbero bellissimi se fossero duraturi e se non fossero un modo per accaparrarsi dei voti di scambio.

    Per quanto riguarda i servizi di retesei credo che zzz abbia colto appieno la vera essenza di quel giornalismo da strapazzo.

  4. capsda ha detto:

    Sampei, in questo progetto nessuno prende soldi. L’osservatorio è una organizzazione giovanile che consente ai ragazzi di stare insieme. La presenza è garantita gratuitamente.
    E’ giusto condannare i metodi clientelari della politica. L’occupazione del potere da parte. Il malcostume. Ma bisogna anche distinguere. In questo caso le premesse sono buone e sane. Non significa che si deve abbassare la guardia. Ma vi invito anche ad avere fiducia.

  5. Sampei ha detto:

    Se e’ vero quello che dici va dato merito a te e ai componenti dell’osservatorio.

  6. companeros ha detto:

    penso che le critiche devono essere fatte in futuro. la biblioteca è un passo avanti non solo per san martino ma per l’intera valle caudina, anzi, ben venga che queste iniziative vengono prese dagli altri comuni. adesso bisogna incentivare l’uso di questo di questo bene pubblico, ma soprattutto proporne altri. sono le piccole cose, a mio parere, che portano alla città caudina e forse a qualcosa di piu…

  7. sampesce ha detto:

    sampei ma è vero che sei il figlio del sindaco di montesarchio?

  8. Sampei ha detto:

    Cazzo, mi hai sgamato!

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie