Società - San Martino V.C. “Io non ci casco, uso il casco”, la campagna per la sicurezza stradale di vigili e Polisportiva

SAN MARTINO V.C. – Sicurezza e sport, un binomio che continua. E che a San Martino Valle Caudina è diventato un vero e proprio must. La squadra degli allievi guidata come sempre da mister Gianni Vitagliano per quest’anno indosserà delle divise che recano uno spot significativo, diverso dagli altri. “Io non ci casco, uso il casco” è lo slogan che campeggia sul petto dei calciatori in erba curato dal locale comando di Polizia Municipale.
“Il progetto sulla sicurezza stradale 2005/2006 – spiega il tenente Serafino Mauriello – vuole essere la continuazione di quanto realizzato l’anno precedente, sia per i risultati conseguiti sia per la necessità di porre in essere azioni che risveglino dal torpore e che evitino il ripetersi di eventi drammatici. Anche quest’anno – fa sapere Mauriello – sono stati organizzati dei corsi nelle scuole elementari e medie, con uno specifico approfondimento all’uso dell’alcol. Ciò nonostante non può e non deve mancare la propaganda sulla sicurezza stradale, ed allora quale migliore mezzo vi è per veicolare messaggi sulla sicurezza se non quello dei ragazzi che quotidianamente vivono lo sport nel senso più importante della parola?”. E la domanda che si pone il comandante dei vigili urbani ha proprio nel calcio la sua risposta. “Da questo concetto è nata la proposta di diffondere spot tra i giovani, finalizzati all’uso del casco come unico strumento per la sicurezza stradale.
La Polizia Municipale non può non essere per la pubblica amministrazione un mezzo sempre più necessario per far fronte alla esigenza di sicurezza, sempre più richiesta dal cittadino. La sicurezza – è il Mauriello-pensiero – deve intendersi nel concetto più ampio della parola, quella stradale, quella commerciale, quella sanitaria, quella a tutela del consumatore, quella a tutela dell’ambiente, e quella necessaria per la vivibilità di un piccolo centro, ed oggi una amministrazione locale non può non investire in questo. L’amministrazione comunale di San Martino – assicura il comandante –, da sempre è stata attenta a questi problemi ma limitata nelle risorse da destinare, a causa degli impellenti vincoli di bilancio. Ma anche quest’anno non ha fatto mancare ai giovani quella spinta, che li rende fieri di girare per la valle caudina con uno slogan sulla maglietta finalizzato alla sempre più necessaria prevenzione nel rispetto alle norme del codice della strada”.
Un pensiero, quello del comandante dei vigili urbani, ovviamente condiviso anche e soprattutto da Franco Esposito, responsabile del settore giovanile della Polisportiva San Martino. La quale quest’anno ha deciso di investire fortemente nel settore, dando un notevole impulso a tutta l’attività puntando sull’esperienza di Gianni Turtoro, trainer delle categorie dei più piccoli, dai piccoli amici ai giovanissimi, dai pulcini agli esordienti.
“Per noi si tratta del terzo anno di attività – spiega Esposito – e per la categoria allievi possiamo contare su uno zoccolo duro di almeno una ventina di ragazzi del paese. Amalgamati e messi in campo da un tecnico preparato come Gianni Vitagliano. Abbiamo messo in atto questa iniziativa insieme con la polizia municipale – continua – per sensibilizzare i giovani su un problema importante quale appunto la sicurezza stradale. Quello della scuola calcio qui a San Martino è un progetto a lungo termine, basato su una struttura forte e consolidata. Anche perché l’associazionismo ha un senso solamente se è in grado di coinvolgere anche i giovani. Con lo slogan “Io non ci casco, uso il casco”, vogliamo dare un segnale forte ai ragazzi di San Martino. Mettendo loro a disposizione tutti gli spazi utili per crescere insieme nella piena tradizione della Polisportiva”.
Giovanbattista Lanzilli
Fonte: Ottopagine

sabato 19 novembre 2005. Letture: 3812.


Forse ti possono interessare anche queste notizie