Sport - Calcio, 2a Cat. gir. C. Foglianise-Trescine Cervinara 2-3. La capolista vince, ma quanta sofferenza…

Foto Cervinara

CAMPOLI M. T. (BN) – La capolista soffre ma vince, portando così a casa tre punti vitali per il prosieguo del campionato. I locali partono alla grande e al 13’ passano in vantaggio con un colpo di testa di Bianco su assist di Cairella.
Gli ospiti non stanno a guardare e al 20’ Iuliano, su calcio di punizione, scheggia la traversa. Al 35’ il pareggio: lancio di Cioffi a scavalcare la difesa, la palla arriva a Mastantuoni che fa secco il portiere con un preciso diagonale. Nella ripresa, complice una pioggia insistente e un campo al limite della praticabilità, la partita si fa più dura, ma le emozioni di certo non mancano. Al 68’ Vetrone serve sulla sinistra l’accorrente Motisi, che aggancia e supera Iglio in uscita. Il Trescine non molla ed ottiene al 78’ un calcio di rigore per una spinta ai danni di Savarese. Dal dischetto Iuliano non sbaglia e porta il risultato sul 2-2. Nel finale è ancora una calcio piazzato a decidere le sorti del match. A cinque minuti dal termine, infatti, Cioffi realizza una splendida rete su punizione, regalando la tanto sospirata vittoria ai caudini.
Fonte: Il Mattino, 19/02/2007

Tabellino:
FOGLIANISE-TRESCINE CERVINARA 2-3

RETI: 13’ Bianco (F), 35’ Mastantuoni (TC), 68’ Motisi (F), 78’ rig. Iuliano (TC), 85’ Cioffi (TC)

FOGLIANISE: Martone, Pizzi, M. Vetrone, Calabrese (80’ Cutillo), Saccomanno, Maioli, Cairella, C. Tesauro (70’ L. Tommaselli), Bianco, S. Vetrone, R. Vetrone (50’ Motisi). A disp.: Pierro, D. Tesauro, A. Tommaselli. All. Martone
TRESCINE CERVINARA: Iglio, Brevetti, Criscuoli, Mainolfi, Ragucci (79’ Perrotta), Monetti, Ricci (61’ Savarese), Cioffi, Marra, Iuliano, Mastantuoni (86’ Picca). A disp.: Gentile, Spiotta, Coviello, P. Girardi. All. Falzarano

AMMONITI: Bianco, Martone, S. Vetrone, M. Vetrone, Pizzi (F); Ragucci, Brevetti (TC)
ESPULSO: Saccomanno al 79’
NOTE: pioggia fitta, terreno in pessimo stato, spettatori circa 50.

RISULTATI 18a GIORNATA SECONDA CATEGORIA GIR. C:

AC AIROLA-REAL FRASSO 0 – 0
C.A.LUZZANO-BUCCIANO 0 – 3
DUGENTA-BONEA 1 – 1
FOGLIANISE TRESCINE CERVINARA 2 – 3
JUVE MONTESARCHIO-REAL AIROLA 2 – 1
LORETO-VIRTUS GOTI sosp.
MESSERCOLA-PANNARANO 5 – 0
Ha riposato: LIBERTAS SAN MARCO TROTTI

CLASSIFICA: TRESCINE CERVINARA 36, BUCCIANO 34, VIRTUS GOTI* 31, REAL AIROLA 29, L. SAN MARCO TROTTI 28, LORETO* 27, DUGENTA 25, C. AMICI LUZZANO 22, MESSERCOLA 21, JUVE MONTESARCHIO 20, BONEA 14, FOGLIANISE 12, PANNARANO 12, REAL FRASSO 11, AC AIROLA 6.
(*due gare da recuperare, tutte le altre una gara da recuperare)

domenica 18 febbraio 2007. Letture: 1847.


Commenti

  1. Antonio Maria Boscaino ha detto:

    Foglianise derubato di una meritata vittoria! I ragazzi di Martone ci mettono l’ anima durante tutto il corso della partita ma i loro sforzi sono vanificati dalla poco chiara e faziosa direzione di gara del signor Lino, che si macchia di errori troppo gravi per non apparire in buona fede! Comunque per la cronaca al 10′ il Cervinara si affaccia dalle parti di Martone con un bel tiro di Cioffi ma l’estremo difensore di casa intuisce e devia in angolo una palla velenosa diretta nel sette. Al 13′ Bianco riceve palla da Cairella che, dopo aver superato con un bel numero il suo diretto marcatore, mette la palla al centro per il n. 9 locale, il quale non ha nessuna difficolta’ a depositare di testa la sfera in rete. Al 17′ il primo fattaccio. Iglio e Ragucci non si capiscono Bianco sta per approfittarne ma il n.1 Ospite tocca la palla di mano fuori area. L’arbitro fischia ma non espelle il portiere nell’ incredulita’ generale. Alla battuta della punizione va lo stesso Bianco. La sua conclusione viene intercettata di mano in area da Brevetti e l’arbitro invece di concedere il penalty si limita ad ammonire il giocatore Cervinarese e a far ripetere la punizione. Gia’ qualcosa a questo punto non quadra! Al 20′ Bella Punizione di Iuliano che si stampa sulla traversa ma Martone sembra sulla traiettoria. Il goal del Cervinara scaturisce da un lungo lancio di Cioffi per Mastantuoni che aggancia al limite e fa partire un bolide su cui Martone nulla puo’. A questo punto nulla più anche perchè il terreno di gioco comincia a farsi pesante a causa della fitta pioggia. Il secondo tempo ricomincia nel segno del Foglianise. Motisi rileva Roberto Vetrone apparso non in forma e l’ entrata del fantasista di casa velocizza ancora di più la manovra d’ attacco. Al 50′ bello scambio tra Cairella, Bianco, Motisi, che crossa al centro per l’ accorrente Stefano Vetrone che incredibilmente mette la palla alta sulla traversa. Ma e’ il preludio al goal. Al 60′ il solito Cairella lavora una bella palla sulla trequarti crossa sulla sinistra per Motisi che da posizione defilata batte Iglio con un imprendibile diagonale che si insacca nell’ angolino più lontano. A questo punto sale in cattedra il signor lino che con una serie di decisioni dubbie condiziona il prosieguo della partita. Al 65′ s’inventa di sana pianta il rigore del pareggio caudino. Infatti su un corner saltano assieme Maurizio Vetrone e Savarese con quest’ultimo che perde l’equilibrio e l’arbitro decreta un penalty nello sconcerto di tutti i presenti. Alla battuta del rigore va Iuliano. Martone intuisce la traiettoria ma il tiro e’ molto angolato e si infila alle spalle dell’ incolpevole n.1 locale. Il foglianise riparte a testa bassa ma non appena arriva in area l’arbitro fischia falli in attacco a ripetizione vanificando tutte le sortite offensive. Al 70′ un giocatore cervinarese allontana la palla in area con le mani ma l’arbitro sorvola e non concede il rigore, nella successiva azione Stefano Vetrone crossa per Bianco che al momento del controllo viene anticipato di mano dal suo marcatore ma anche questa volta l’arbitro lino fa finta di niente e fa proseguire. La gara si incattivisce e viene spezzettata continuamente dal signore in giacca nera. All’ 84′ ancora un’ assurda decisione dell’ arbitro che prima non fischia un fallo di mano a centrocampo commesso da un calciatore ospite e fa proseguire poi, su lancio dello stesso, Maurizio Vetrone anticipa nettamente il suo diretto avversario ma si vede fischiare una punizione dal limite, non dubbia ma assolutamente inesistente. A farne le spese e’ Saccomanno che, contrariamente a quanto scritto sui giornali, non cerca di colpire l’arbitro ma parla soltanto con il direttore di gara, forse in modo colorito, e si vede sbattere in faccia il cartellino rosso. Alla battuta va Cioffi che con una traiettoria imprendibile beffa Martone che nulla puo’ sulla conclusione del n. 8 ospite. Il Foglianise prova a reagire ma l’arbitro ferma puntualmente ogni tentativo di avvicinamento all’ area avversaria.
    Antonio Maria Boscaino

  2. Antonio Maria Boscaino ha detto:

    Quella sopra è la vera cronaca della gara!

  3. indro ha detto:

    Per il sig. Antonio Maria Boscaino.

    Sono io il giornalista che scrive gli articoli del Trescine Cervinara su “IL MATTINO” (un incarico, quello di scrivere su una testata così importante, che richiede massima coerenza, trasparenza e veridicità di quanto accade).

    Innanzitutto, per esigenze di spazio, nell’articolo sono stati menzionati solo i 5 gol della gara + una traversa colpita dalla squadra ospite.

    Ma Lei ha analizzato per bene il testo dell’articolo?
    Nel commento ha scritto che la Sua era la “vera” cronaca della partita.
    Bene, mi trovi UNA SOLA BUGIA O INESATTEZZA all’interno del mio testo e mi faccia sapere (indrocriscuoli@virgilio.it). Grazie.

  4. Antonio Maria Boscaino ha detto:

    io mi riferivo a quanto scritto sulla testata “Il Sannio quotidiano” e non mi riferivo a ” il Mattino ” ma soprattutto alla falsità dell’aggressione all’ arbitro, notizia che ci ha fatto passare per criminali anche sulla “Gazzetta dello Sport” di Martedi’ 20/02 nella sezione Campana del giornale!

Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie