Sport - Calcio. Olimpiakos Sirignano – Trescine Cervinara 1-3. Dino Iuliano e Antonio Criscuoli regalano la prima vittoria in campionato

Foto Cervinara

Olimpiakos Sirignano – Trescine Cervinara 1-3
Reti: 26° (rig.) e 61° Iuliano (TC), 74° F. Napolitano (OS), 91° A. Criscuoli (TC)

Olimpiakos Sirignano: Crisci, Lubrano (76° Ungaro), Buono (27° Caparelli), A. Napolitano, Ale. Colucci, Mainolfi, S. Colucci, Fel. Napolitano, Ant. Colucci, Fab. Napolitano, Bullo (53° Valentino).
A disp.: C. Napolitano. All.: Sabato Colucci
US Trescine Cervinara: Iglio, G. Girardi, I. Criscuoli, P. Girardi I, Esca, Monetti, Valente (80° Testa), Marro, De Bellis (68° A. Criscuoli), Iuliano, O. Perrotta (86° Ricci).
A disp.: Gentile. All.: Gennaro Falzarano (squalificato, in tribuna)
Ammoniti: Fab. Napolitano (OS), Iuliano (TC)
Note: terreno di gioco in buone condizioni, spettatori circa 30

SIRIGNANO – Il Trescine Cervinara batte 3-1 l’Olimpiakos Sirignano ed ottiene la tanto sospirata prima vittoria in campionato. I caudini, con questi tre punti vitali, lasciano l’ultimo posto in graduatoria e pongono fine alla serie negativa che li vedeva non vincere per ben sei gare. Mister Falzarano schiera un classico 4-4-2 con Francesco Esca libero, a centrocampo coppia centrale Valente-Monetti, mentre in attacco c’era il tandem Iuliano-De Bellis. Partono alla grande gli ospiti, che conquistano un netto calcio di rigore per un fallo di mano in area da parte di Buono. Dal dischetto si presenta Dino Iuliano che non fallisce, portando così in vantaggio il Trescine. Dopo il vantaggio, i cervinaresi si dimostrano più cinici e riescono a raddoppiare nella ripresa. Al 61°, infatti, dopo una grande azione corale dei ragazzi di Falzarano, Iuliano da limite area lascia partire un gran sinistro che s’infila direttamente sotto l’incrocio dei pali. Cinque minuti dopo, Federico De Bellis fallisce davanti al portiere una facile occasione, concludendo a lato.

Il Trescine gestisce al meglio il risultato, ma una papera di Iglio permette a Felice Napolitano di accorciare le distanze per l’1-2. Da questo momento i locali stringono d’assedio il fortino nemico, ma la difesa sa il fatto suo e la porta resta inviolata. A tempo scaduto, in contropiede, Gennaro Girardi serve il neo entrato Antonio Criscuoli, che prima si libera agevolmente del suo diretto avversario e poi scaglia una bordata nel sette per il definitivo 1-3.
Una volta tornati a Cervinara, i giocatori hanno festeggiato la vittoria in piazza Trescine. Protagonisti assoluti il presidente Cioffi e Ciccio Marro, che hanno offerto cornetti, rustici, patatine, pizze e bibite a volontà.

domenica 27 novembre 2005. Letture: 2433.


Forse ti possono interessare anche queste notizie