Sport - Calcio. Trescine Cervinara – Sirignano 0-1. La Capolista espugna il “Canada”

Foto Cervinara

Seconda sconfitta casalinga per il Trescine Cervinara, che cede il passo alla capolista Sirignano. I padroni di casa non hanno giocato una bella partita, anche perché sono scesi in campo con un atteggiamento a dir poco “trapattoniano”. Falzarano, infatti, privo di Marro (un turno di stop) e Brevetti (squalificato per ben due mesi!), ha schierato un insolito 4-5-1 con Marra terminale offensivo, lasciando in panchina Antonio Criscuoli e Federico De Bellis. Scelta assolutamente inspiegabile, dal momento che i caudini non avevano niente da perdere e per giunta giocavano in casa.

Nella prima frazione di gioco, però, il Trescine ha avuto più occasioni rispetto agli avversari per passare in vantaggio. All’8° Iuliano impensierisce Sangermano con un tiro da fuori. Lo stesso capitano cervinarese, al 21°, è pericoloso con un calcio di punizione da distanza ragguardevole. Alla mezz’ora è il Sirignano ad avere una ghiotta occasione. Colucci fa tutto bene in area, dribbla anche Iglio ma è provvidenziale l’intervento di Indro Criscuoli, che salva sulla linea di porta. Al 38° Oreste Perrotta potrebbe gonfiare la rete, ma il suo colpo di testa ravvicinato termina incredibilmente a lato. Un errore clamoroso che risulterà decisivo al termine dell’incontro.

Nella ripresa, i caudini entrano in campo un po’ troppo contratti e il Sirignano comincia a credere nella vittoria. Al 60°, da un lancio lungo, parte l’azione che porta al vantaggio la formazione ospite con A. Colucci, che sfrutta un’indecisione difensiva ed insacca alle spalle di Iglio. Lo 0-1, invece di caricare i padroni di casa, sfiducia un’intera squadra tanto che non si registreranno azioni degne di nota per i cervinaresi. Sono invece gli avversari ad andare vicini allo 0-2 in due occasioni, ma i loro attaccanti sono poco precisi. Sterile l’assalto finale del Trescine. l’arbitro, dopo soli tre minuti di recupero (uno scandalo se si contano le sostituzioni e le ripetute perdite di tempo), manda tutti a casa.

Il Trescine termina così il girone d’andata con una giornata d’anticipo, dato che la prossima settimana riposerà. I ragazzi del presidente Cioffi hanno raccolto, in 14 gare, 18 punti, frutto di 4 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Per ora si trovano a metà classifica, mentre al vertice ci sono Sirignano (31 punti), Aterrana e San Martino (entrambe a 30 punti). Queste tre si giocheranno la promozione in Prima Categoria (viene promossa solo la prima classificata).

Il cammino del Trescine Cervinara, se consideriamo che la squadra è una neo promossa, è di tutto rispetto. La salvezza dovrebbe essere a portata di mano, ma resta il rammarico di aver gettato alle ortiche diverse chance per lottare ai vertici della classifica. Con qualche scelta giusta e con un po’ di fortuna, si sarebbe potuto pretendere di più. Dopo il turno di riposo, si ritorna al “Canada” per incontrare il Real Solofra (andata 5-0 per i conciari) nella prima giornata di ritorno. Obiettivo: vendetta!

Tabellino
TRESCINE CERVINARA-SIRIGNANO 0-1

RETE: 60° A. Colucci

TRESCINE CERVINARA: G. Iglio, A. Perrotta, I. Criscuoli, P. Girardi I, G. Girardi, F. Monetti, O. Perrotta, D. Russo (70° A. Criscuoli), A. Ricci (82° F. De Bellis), B. Iuliano, B. Marra. A disp.: R. Gentile, A. Spiotta, F. Esca. All.: G. Falzarano.

SIRIGNANO: Sangermano, Picariello, De Lucia, Colletta, d’Andrea, Terracciano, M. Colucci, Romanini, Sorrentino (46° d’Apice), Acierno, A. Colucci (85° Silvestri). A disp.: Gustavo, Picciocchi, Stranieri, Napolitano, Solano. All.: F. Accetta.

AMMONITI: Monetti, Iglio, P. Girardi, A. Criscuoli, Iuliano (TC), Colletta, A. Colucci, M. Colucci, d’Apice (S).

NOTE: pomeriggio soleggiato, presenti circa 100 spettatori.

lunedì 23 gennaio 2006. Letture: 2133.


Forse ti possono interessare anche queste notizie