Sport - Tennis. Poto, resa con onore a Nadal

Si è battuto con onore contro il re della terra rossa. Ha provato a ribaltare un pronostico “chiuso”. Alla fine, però, Potito Starace ha dovuto arrendersi a Rafael Nadal, numero due del ranking mondiale e uno nel tabellone del torneo Atp di Barcellona (montepremi di 850 mila euro).

E’ finita 6-2 7-5, ma non è stata una passeggiata per lo spagnolo, soprattutto nel secondo set, quando Starace ha avuto per tre volte la possibilità di piazzare il break e andare a servire sul 5-3 per conquistare il secondo set. Niente da fare. Il dritto lungolinea ha fatto un pò penare il tennista di Cervinara, che ha invece subito il break sul 4-4, rifacendosi immediatamente nel game successivo e prolungando il match.
Che non ha avuto più storia, però, perché Rafael Nadal è stato perfetto nella gestione dei momenti decisivi del match. La vittoria, la settantesima consecutiva sulla terra rossa, gli consente di approdare in semifinale. Si ferma, invece, nei quarti l’avventura di Starace, che, però, può dirsi soddisfatto per la prestazione offerta contro lo spagnolo che sulla superficie in terra battuta è praticamente imbattibile.

L’avventura di Starace al torneo Atp di Barcellona è, se non altro, un buon viatico per il tennista di Cervinara, reduce da tredici vittorie nelle ultime quindici partite e dalla conquista del torneo challenger di Napoli. Ora, la speranza di Starace è quella di poter ottenere la “wild card” per disputare gli Internazionali d’Italia, al via il 5 maggio al Foro Italico. Quattro le wild card a disposizione per i tennisti italiani (Volandri, Seppi, Bolelli e, appunto, Starace). L’ottima prova all’Atp di Barcellona permetterà quasi certamente a Starace di entrare nel cartellone principale degli Open d’Italia evitando le qualificazioni.

Fonte: Ottopagine.it

sabato 28 aprile 2007. Letture: 2063.


Commenti

commenti

Forse ti possono interessare anche queste notizie